Sorso 1930 – Catalunya > 0 – 0

La quarta di ritorno del campionato C.S.I. Mini a 9, vede il Catalunya impegnato nella delicata trasferta in terra sussinca.

Nella tana del Sorso 1930 gli algheresi devono, infatti, non commettere passi falsi per proseguire il cammino che li porterebbe nelle prime cinque posizioni buone per l’accesso alla fase successiva del torneo.

Sul manto erboso, un tantino trascurato, del centro sportivo della Piramide, la banda di Mr. Sanna scende quindi con la massima attenzione. Memori del risultato dell’andata gli atleti algheresi non si fidano e dunque giocano una partita attenta e giudiziosa, cercando di non commettere errori.

Gli avversari dal par loro, supportati dai loro tifosi, vogliono sfruttare il fattore campo e cercano quindi, incitati in particolar modo dal frastuono delle loro mamme, di far loro l’intera posta, cercando così di rovinare i piani dei catalani privi oggi del centrale Cristiano Secondo messo ko da un influenza fastidiosa, e sostituito più che egregiamente, per l’occasione, da Federico Serra.

Ne scaturisce così, una partita combattutissima e divertente fra le due compagini. Diciamo subito che il risultato ci sembra giusto per quanto espresso dai due team che non si sono certo risparmiati.

E non deve trarre in inganno il fatto che non si sia segnato perché di occasioni da entrambe le parti ce ne sono state, eccome.

La prima frazione di gioco ha visto i celesti attaccare con maggior veemenza sfiorando in diverse occasioni il gol e cogliendo anche due legni.

Gli Algheresi invece, forse un po’ timorosi e con il pensiero soprattutto al risultato finale, si sono affacciati solo in due nitide azioni con dei tiri però un po’ blandi, tanto da non impensierire il portiere avversario.

Il nostro Daniele Sanna, come sempre attentissimo fra i pali, ha compiuto delle parate davvero significative, soprattutto in una occasione nella quale ha deviato, di puro istinto, la palla che fortunatamente ha scheggiato la traversa, davvero bravo.

Nel secondo tempo il Catalunya, ma ormai siamo abituati, è entrato in campo con più determinazione impegnando questa volta maggiormente i sorsesi, tanto da costringerli ad indietreggiare e stare più guardinghi.

Questa volta è toccato al portiere celeste compiere degli interventi piuttosto importanti, soprattutto su corner e punizioni.

Divertentissimi, inoltre, gli arrembaggi in mischia in area del Sorso che in più di un occasione ha rischiato di soccombere sotto i tiri dei nostri bambini.

In pratica si è assistito al classico incontro perfetto, dove ogni reparto si è comportato egregiamente e quindi anandosi reciprocamente.

La sensazione che si è percepita è stata quella di una partita nella quale chi per primo avrebbe segnato, si sarebbe certamente aggiudicato l’intera posta.

Alla fine il risultato ha accontentato tutti, genitori e bambini,che, dopo la doccia, si sono incontrati per il terzo tempo nei pressi del bar all’interno dello stadio, dove, fra un aranciata e un succo, hanno giocato a “chi mangia più tramezzini”, una nuova disciplina sportiva che presto potrebbe diventare anche olimpionica, visto il gran numero di iscritti e partecipanti.

Non sappiamo chi si sia aggiudicata la disputa culinaria, di certo sappiamo che, oltre a “spazzolare” il conviviale gentilmente offerto dagli ospitanti, non hanno avuto scampo neanche le formaggelle di Massimo Ponziani che sono andate letteralmente a ruba.

Complimenti Ponzio. Hanno preso parte a questa “gustosa” partita: in porta Daniele Sanna, in difesa, Fois Antonio, Gian Luca Cossu, Mattia Meloni, a centro campo Bigi Antonio, Federico Serra, Alessandro Ponziani, Lodi rizzini Gabriel, Rostan Fabio, in attacco, Gabriele Langella, Nicolò Masia e Fabio Sghirru, in panca come al solito Mr. Mirko Sanna e insieme a lui il sempre gentilissimo sig. Paolo Fois.