Quartieri Riuniti – Catalunya > 4 – 1

Punteggio negativo ma ottima prestazione degli esordienti 2003 guidati da Mr. Falchi.

Nella prima giornata della seconda fase del torneo Figc i ragazzi rossoneri ritrovano quella brillantezza atletica e quella capacità di fraseggio che sembravano aver perso nelle ultime apparizioni.

Sede dell’incontro odierno è il campo di Via delle Vigne a Porto Torres, avversari i biancocelesti della Quartieri Riuniti.

Oramai sono passate alcune settimane dall’ultima partita ufficiale, il maltempo ha limitato le possibilità di allenarsi ed i piccoli campioni rossoneri scalpitano dalla voglia di sfogare in campo la loro voglia di calcio. Qualcuno (giusto per non fare nomi.. Emanuele) già dalle 10 del mattino è pronto in divisa da gioco e abbigliamento con il simbolo sociale del Catalunya, dovrà aspettare solo altre 5 ore e mezza prima del fischio d’inizio.

Alle 14:30 una parte del gruppo 2003 si ritrova puntale nel luogo prestabilito e si parte per Posthudorra dove ad attenderli ci sono gli altri compagni.
Buon riscaldamento prepartita (la temperatura odierna lo esige) e le due squadra vengono guidate a centrocampo dall’ottimo arbitro di giornata.
Saluto al pubblico e via, si parte.

Mr. Falchi, per il primo tempo, schiera in campo la seguente formazione: Giulio Manca, Stefano, Mauro, Matteo, Lelle, Gabriele, Ivan (Francesco Idili dal 10° minuto), Emanuele, Andrea.
A disposizione: Edoardo, Danilo, Elia.
Assenti: Francesco Nardi, Alessandro Caria, Davide, Giulio Lai.

Sono 20 minuti di puro godimento calcistico. Non arriva il gol ma il gioco messo in mostra è da palati fini. Circolazione di palla pregevole, uno-due continui, sovrapposizioni lungo le fasce.
Tutti i ragazzi sono pienamente dentro il match con testa e gambe.

Stefano è un motorino inesauribile, lo sarà per tutta la partita, e sa unire alla quantità anche grandissima qualità. Per lui è meritatissima la palma di migliore in campo.

Ma, come anticipato, i compagni non stanno certo a guardare. La difesa è solidissima e può contare su un Giulio in splendida forma capace di ipnotizzare un avversario in occasione di un calcio di rigore decretato a favore della squadra di casa. Per cercare di superare il portierone catalano l’attaccante è costretto ad angolare oltremisura il suo tiro e non può far altro che vedere la palla andare a cozzare contro ilo palo; Grande Giulio!

Matteo soffre inizialmente la velocità e la prestanza atletica del forte centravanti turritano ma in pochi minuti riesce a prendergli le misure ed anarlo dal campo per tutto il resto del primo tempo. Mauro Lelle Ivan, per i pochi minuti in cui è rimasto in campo, e Francesco impressionano per predisposizione al sacrificio atletico accompagnato da una qualità tecnica di primo livello.
Gabriele, escluse le poche occasioni in cui gioca la palla con troppa fretta, è il metronomo che detta i tempi del gioco rossonero alternando la manovra a bassi ritmi con momenti di pressante tambureggiamento verso la porta avversaria.

Andrea ed Emanuele mettono in mostra un’intesa degna delle migliori coppie di “gemelli del gol”. Con rapidi e precisi uno-due riescono spesso a sfuggire alle strette maglie della difesa avversaria e creare i presupposti del gol, unico assente ingiustificato di questo primo parziale.
Con il punteggio ad occhiali, 0-0, si va quindi al primo meritato riposo.

Nella ripresa Danilo, Elia e Edoardo prendo il posto di Andrea, Emanuele e Lelle che si accomodano in panca sotto le cure del nostro Gavino, oggi spesso impegnato a consultare il proprio telefono, non si sa se per sincerarsi dello stato di salute di Lady Campus (assente perché febbricitante… ops spero di non ricevere una denuncia per violazione della privacy) o per aggiornarsi sull’andamento della sfida Cagliari-Roma.

I nostri ragazzi continuano ancora a fornire una prestazione di alto livello in cui unica assente risulta la perfetta intesa della coppia di attaccanti Elia e Danilo, ciò dovuto al fatto che lo stesso Danilo solo da poco si è unito al fantastico gruppo del Catalunya 2003.

Individualmente giocano una partita perfetta con un pressing continuo sui difensori avversari e precise sponde per i centrocampisti. Solo la mancanza di sfortuna nega poi il gol a Elia che, su azione d’angolo, anticipa tutti i difensori e vede la sua battuta volante sfiorare di poco la segnatura.
Fortuna che invece arride ai padroni di casa che sfruttano un “molle” rinvio della difesa catalana e realizzano la rete del vantaggio. Un rete che arriva quasi inaspettata ed ancora più inaspettato arriva il gol del raddoppio. Una conclusione dalla distanza che sembra innocua, viene sospinta verso la porta da un’imprevista folata di maestrale che inganna un attonito Giulio.

Potrebbe essere la mazzata decisiva sul morale di qualsiasi squadra, ma non è così per questi ragazzi. Non cedono un centimetro di campo ai loro avversari, anzi. Per lunghi minuti mettono sotto la squadra di casa. Stefano è imprendibile sia sul piano della continuità corsa sia per le sue doti di dribblatore che lo portano a tu per tu con il portiere avversario ma ancora una volta la fortuna dimostra di non amare i colori rossoneri.

Il secondo parziale termina con la vittoria dei Quartieri Riuniti per due reti a zero.

Nel terzo ed ultimo tempo vengono schierati tutti i giocatori a disposizione, con la sola eccezione di Ivan dolorante per un piccolo infortunio. Ancora una volta i ragazzi sono eccezionali per volontà, dedizione, impegno. Cresce anche il livello di pericolosità in attacco, ma decresce inesorabilmente il livello di fortuna della squadra.

Un attaccante bianco-celeste buca una palla e la sua giocata si trasforma in una finta che inganna l’incolpevole Giulio per il gol dell’uno a zero.

Uno svantaggio immeritato e che viene prontamente azzerato dal duo Ema-Andrea che mettono in atto una giocata che inganna il portiere avversario e porta Andrea al gol.

Si prospetta un pareggio anche in questo parziale, ma la difesa rossonera non ha fatto i conti con il centravanti dei Quartieri che compie una prodezza andando a insaccare il gol del definitivo 2 a 1 svettando in anticipo sul Giulio uscito a respingere la palla messa in mezzo all’area sugli sviluppi di una azione di calcio da fermo. Peccato.

La partita termina con il punteggio totale di 4 a 1 con la squadra di casa che conquista 5 punti ed i ragazzi del Catalunya che portano a casa 1 punto.

Un solo punto che è decisamente troppo poco per quanto i ragazzi hanno dimostrato sul campo. Ma non c’è rammarico, c’è invece tanta soddisfazione per la qualità della prestazione.

Continuando a lavorare così e giocando su questi livelli le vittorie e le soddisfazioni arriveranno presto.

Bravissimi!!!
E sempre 1 2 3…