Interrios – Catalunya > 3 – 5

L’aria di feste natalizie non ferma l’allegra ciurma impegnata oggi nella difficilissima trasferta di Villanova Monetelone.

Di fronte l’Interrios, squadra che da sempre ha messo in seria difficoltà le nostri compagini catalane.

La difficoltà della partita odierna cresce notevolmente se si contano le numerose assenze a cui bisogna far fronte.

Oggi infatti mancano Luca Spirito e Lorenzo Spiga. A dare man forte il jolly Mattia Nieddu.

Il ritrovo della carovana in una bellissima domenica di sole è alle ore 10:45.

Tutti puntuali si parte per raggiungere la vetta del Monte passando attraverso paesaggi di boschi di querce e uliveti a volte solcati da squadre di cacciatori.

Meglio accelerare.

La paura degli ormai attempatissimi genitori era quella di trovare freddo e gelo.

In montagna si sa non si scherza. Invece arrivati in quel di Villanova Monteleone la gradita sorpresa è stata un tempo pressoché primaverile, con un sole caldo capace di avvolgere i freddi corpi degli spettatori come una coperta di lana soffice.

Tenendo conto delle citate assenze il trio di mister Pintus-Pigo’-Finetti manda in campo in porta Jon Mikel Bilbao, in difesa Oliver Caria, capitan Diego Ara e Gabriele Sanna, a centrocampo Flavio Sasso in attacco Mattia Nieddu e Pepito Pes di San Vittorio. A disposizione Fabrizio Rossano e Andrea Gabelloni.

E’ chiaro sin da subito che la partita non sarà per niente facile. La Interrios mette in campo spiccate individualità che tengono impegnati i piccoli calciatori catalani che però appena recuperata palla ripartono veloci con azioni collettive.

Al 5 minuto una perfetta triangolazione Sasso, Pes di San Vittorio Gabelloni, mette questo ultimo di fronte alla porta sguarnita e senza indugi la mette dentro con un abile tocco.

Evviva il Bomber, tutti in festa.

L’Interrios non ci sta e riparte di slancio alla ricerca del pareggio. Passano infatti solo 3 minuti e a causa di un rimpallo sfortunato, la palla arriva sui piedi del veloce attaccante avversario che con astuzia la mette alle spalle dell’incolpevole Jon Mikel Bilbao.

Il goal del pareggio non deprime i Pulcini catalani che da quel momento in poi prendono il comando della partita.

Sale in cattedra Flavio Sasso che prende per mano la squadra che inizia a giocare come ci aveva abituati la scorsa stagione.

E se Flavio dirige, davanti Pepito Pes di San Vittorio non si fa pregare a buttare dentro la palla, dopo aver ammattito i difensori avversari.

Prima sugli sviluppi di un calcio d’angolo, con tocco soprafino. Poi su un calcio di punizione da metà campo, infilando la palla sotto l’incrocio.

Prima del riposo, l’Interrios segna la seconda rete, portandosi pericolosamente sul punteggio di 3-2.

Al rientro in campo la musica non cambia. E’il Catalunya a dirigere il gioco, l’Interrios riparte in contropiede.

Ma gli attaccanti di Villanova oggi devono fare i conti con una super difesa che con Gabriele Sanna, Oliver Caria e Diego Ara alzano un muro insormontabile lottando con grinta su ogni pallone.

Il punteggio di 3-2 non lascia tranquilli i supporters catalani, necessita un atro goal. Ed allora ci pensa Flavio Sasso che con una travolgente azione in percussione stile Rugby si trascina tre difensori partendo da metà campo e con abile “colpo sotto” la mette dentro.

Bravooo Flavio.

Sul punteggio di 4-2 i Pulcini di Villanova M. ce la mettono tutta, e provano con grinta ribaltare la partita.

Ma oggi il lavoro di squadra e un’attenta fase difensiva lasciano tranquillo Fabrizio Rossano (a proposito tanti auguri per il suo nono compleanno.. hip hip ..urrà).

Prima del triplice fischio è ancora il super bomber Pepito Pes a siglare la quinta rete con un perfetto tiro a mezz’aria.

Da segnalare che allo scadere del tempo su calcio di punizione, l’Interrios segna la terza rete
La partita finisce 5-3 e sancisce la prima vittoria stagionale dei pulcini giallorossi arrivata grazie ad un percorso di crescita progressivo che porterà, siamo certi, ancora molte soddisfazioni.

Alè Catalunya